Sono Santina Di Rienzo e sono nata in un paesino molisano sulle prime colline che danno verso il Mar Adriatico.

A 18 anni ho abbandonato il luogo che mi ha vista nascere per andare a studiare a Pavia. Qui alla fine dei miei studi ho conosciuto l'altra metà di me che tutti hanno da qualche parte nel mondo, ma non tutti riescono a trovare. IO PER FORTUNA l'ho incontrato appena prima di decidere di lasciare Pavia. Ed è grazie a lui che ho inziato ad amare questa che è diventata la mia città adottiva. Ma continuo a conservare nel cuore anche la mia terra d'origine e la gente che ci ha vissuto e ci vive.
Per non dimenticare e non farlo dimenticare da chi come me ha dovuto lasciare il paesino, ho deciso di costruire un mio sito personale dove racconto aneddoti, modi di dire e di pensare della MIA gente.

Insegno nella scuola media da 17 anni e cambio scuola tutti gli anni. Questa per tanti è una sfortuna, perchè non avendo continuità lavorativa, noi precari non riusciamo mai a vedere quello che seminiamo per poi lavorare al meglio su quello che abbiamo seminato, ma è anche una grande fortuna, perchè mi permette di conoscere molti più ragazzi di quegli insegnanti che  hanno una sede stabile. Mi piace paragonare i miei alunni ai colori e vi garantisco che ho visto tanti di quegli ARCOBALENI da far invidia a tutti gli anziani che ne hanno visti nella loro lunga vita.

A scuola mi piace insegnare usando metodi alternativi che non tutti capiscono, ma tanti apprezzano.

Amo talmente tanto stare con ragazzi e bambini che cerco di lavorare con loro anche fuori dall'ambiente classe, organizzando eventi nei fine settimana e nei week end.

 

Nel mio sito parlo anche delle attività che svolgo fuori dalla scuola dan do libero sfogo alla mia CREATIVITA'

 

 

In tutti i mestieri c'è la possibilità di lavorare a fianco di persone con cui si condivide lo stress, la stanchezza, le difficoltà e spesso si chiedono e si danno consigli alla persona con cui passiamo buona parte della nostra giornata.
Io sono un'insegnate Precaria con la lettera maiuscola, poiché in 15 anni ho sempre cambiato scuola, libro, alunni, bidelli, genitori, parenti dei miei studenti, dirigenti, coordinatori ecc...Non ho mai insegnato in una scuola per due anni consecutivi, per cui non ho mai avuto la possibilità di legare con delle colleghe e lavorare insieme in un progetto importante.

Tutti i giorni noi insegnanti entriamo in classe, chiudiamo la porta e ci troviamo faccia a faccia con i nostri ragazzi e nessuno fuori da quella porta sa cosa succede veramente in classe. E' vero che ci sono dei ragazzi che raccontano a casa quello che è successo a scuola, ma diranno poi quello che è accaduto veramente?

Un giorno è stato fatto un test a un seminario per docenti di lingua Inglese. E' stata raccontata una storia brevissima e poi è stato chiesto a tre persone di raccontare di nuovo la storia, parlando anche delle emozioni che hanno provato immaginando la storia. Ebbene, ognuna di loro ha raccontato la storia arricchendola di emozioni completamente diverse. Questo perchè ognuno di noi vive la propria vita in modo diverso, con esperienze diverse e persone diverse, quindi ognuno di noi interpreta le cose che ascolta a seconda della propria realtà.

Creando questo sito voglio trasportare fuori dalla mia aula e dalla mia vita privata le attività che faccio per condividerle con chi ne ha voglia.
Mi scuso per il mio modo di scrivere troppo "di getto", ma sono tante le cose che ho da dire!

Create Custom T-Shirts